Le elezioni hanno solo amplificato il tema del Lavoro nei suoi molteplici aspetti.

Lavoro che manca. Lavoro che si perde. Lavoro che si crea.

Ma cosa si può fare concretamente per aumentare le opportunità di lavoro?

Incontro domanda & offerta

Una attività fondamentale è favorire l’incontro tra domanda e offerta. Molto spesso i giovani in cerca di occupazione non conoscono le opportunità che offre il territorio.

Questo incontro per essere efficace deve partire fin dalle fasi in cui lo studente definisce il proprio piano di studi. In questa fase sapere che ci sono realtà sul territorio che ricercano profili professionali con certe caratteristiche può essere molto utile per decidere di inserire nel proprio percorso curriculare corsi che forniscono le conoscenze (le competenze sono altra storia), utili per inserirsi nel mondo del lavoro.

A livello internazionale il settore dell’aerospazio presenta una crescita interessante in termini occupazionali e l’Europa rappresenta il posto migliore per cercare lavoro in questo settore (vedi report EOD sul mercato e caratteristiche dei lavoratori aerospazio). In Puglia è in corso una crescita significativa e costante delle attività correlate al segmento spaziale con lo sviluppo delle aziende che già operano da tempo in questo settore e la nascita di numerose nuove aziende. Il presidente del DTA Giuseppe Acierno ha evidenziato che in Puglia negli ultimi anni si è registrato un significativo incremento di addetti nel settore aerospaziale passando da 3.500 a 5.000 unità.

Questa crescita è avvenuta anche grazie alla scelta effettuata a livello regionale di investire in questo segmento favorendo la localizzazione di imprese sul territorio.

Sinergie tra scuola & impresa

Questa crescita ha portato alla creazione interessanti sinergie. La richiesta massiccia di manodopera per gli stabilimenti Alenia di Grottaglie ha indotto il mondo della scuola ad organizzarsi. Ad esempio la scuola ITS Fermi di Francavilla Fontana forma i giovani tecnici diplomati che andranno ad inserirsi negli stabilimenti produttivi di Grottaglie dell’Alenia. Gli studenti in classe seguono un percorso formativo indirizzato a soddisfare le esigenze specifiche espresse da Alenia e partecipano a stage lavorativi in azienda. Questo modo di operare garantisce tempi rapidi di inserimento in azienda una volta diplomati con evidenti benefici per tutti. Gli studenti trovano subito un lavoro vicino casa e l’azienda può acquisire giovani diplomati che sono immediatamente produttivi.

Sarebbe auspicabile una risposta analoga anche dal mondo accademico. In Puglia non esiste un corso di laurea in Aerospazio e quindi non sono disponibili sul mercato locale giovani laureati con un percorso curriculare specializzato in linea con le esigenze delle imprese del settore aerospaziale, anche se le potenzialità però ci sono.

Competenze su misura

Analizzando l’offerta formativa complessiva disponibile a livello regionale, considerando il Politecnico di Bari e le Università pugliesi come un soggetto unico, emerge che sarebbe disponibile una offerta formativa idonea a soddisfare le esigenze del settore aerospaziale. Allo stato attuale, infatti, se uno studente avesse la possibilità di decidere liberamente il proprio percorso formativo, scegliendo tra i corsi già disponibili nelle diverse università della regione, potrebbe costruire un profilo in linea con le esigenze delle imprese aerospaziali. Questa possibilità è puramente teorica perchè in pratica è più semplice inserire corsi fatti all’estero nell’ambito di un Erasmus che mixare in modo sinergico corsi offerti da università differenti della stessa regione. In tal senso sarebbe auspicabile una capacità maggiore di fare sistema tra le Università e Politecnico che operano sullo stesso territorio.

Limitando l’analisi ai corsi erogati dal Politecnico di Bari emerge che comunque è possibile creare un percorso curriculare affine alle tematiche aerospaziali. Purtroppo per gli studenti è difficile intuire questa opportunità e raramente decidono di scegliere questo mix di corsi.

Per far conoscere agli studenti questa opportunità e illustrare le opportunità collegate all’aerospazio abbiamo organizzato una giornata informativa “Infoday sullo spazio“. Durante questa giornata abbiamo voluto favorire l’incontro tra i giovani – studenti, laureati e ricercatori – del Politecnico e le imprese che operano sul territorio pugliese nel segmento spaziale.

L’iniziativa è stata realizzata dal Politecnico di Bari e dal Distretto Tecnologico Aerospaziale (DTA) nell’ambito del Seminario scientifico: “Il volo ipersonico per il trasporto di passeggeri e di merci” organizzato dalla Scuola di Dottorato del Politecnico di Bari.
Oltre agli interventi scientifici e quello dell’Astronauta Roberto Vittori il seminario  è stato completato con la presentazione delle aziende del distretto e una successiva sessione di matching tra imprese e giovani.
Il risultato è stato molto promettente.
Diverse decine di studenti e giovani laureati hanno seguito il seminario e hanno affollato la sessione di matching con le aziende.

Questa iniziativa, semplice ma efficace, potrebbe essere replicata nelle diverse università e ripetuta negli anni per  favorire l’avvicinamento tra il mondo accademico e le imprese che offrono lavoro.

Un lavoro che va costruito fin dalle fasi di studio mettendo insieme studenti, accademici e imprese.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>