L’8 marzo si è svolto a Roma l’evento di presentazione del Rapporto 2016 Welfare Index PMI e la premiazione delle 11 migliori aziende per ciascun settore, alla presenza del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti.

 

Planetek Italia è tra 2140 aziende che hanno partecipato a questa importante iniziativa, aggiudicandosi il novero tra le 100 migliori imprese italiane per indice di welfare.

E’ stata effettuata un’attività di screening del sistema di welfare aziendale ed il risultato ha evidenziato un welfare index nettamente superiore alla media di settore, facendo rilevare una particolare sensibilità aziendale rispetto alle aree della formazione e del sostegno alla mobilità, del sostegno economico ai dipendenti, delle pari opportunità e del sostegno ai genitori e della conciliazione vita – lavoro.

Cos’è il Welfare Aziendale

 

Il Welfare Aziendale è l’insieme delle iniziative che un’azienda può intraprendere per la sicurezza e il benessere dei dipendenti, delle loro famiglie e della comunità sociale in cui è inserita.

Le principali aree d’intervento sono: la previdenza integrativa, la tutela della salute, le assicurazioni per i dipendenti e le famiglie, la tutela delle pari opportunità e il sostegno ai genitori, la conciliazione del lavoro con le esigenze familiari, il sostegno economico ai dipendenti e alle loro famiglie, la formazione per i dipendenti e il sostegno alla mobilità delle generazioni future, la sicurezza e la prevenzione, il sostegno ai soggetti deboli e integrazione sociale, il welfare allargato al territorio.

 

L’iniziativa Welfare Index PMI

 

Promossa da Generali Italia con la partecipazione di Confagricoltura e Confindustria e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Welfare Index PMI è un’iniziativa finalizzata a fotografare lo stato dell’arte e ad individuare l’indice che misura il livello di welfare aziendale nelle PMI italiane. L’obiettivo è di diffondere la cultura del Welfare nelle piccole medie imprese, che rappresentano l’ossatura del sistema produttivo nazionale e occupano l’80% della forza lavoro del Paese.

Per realizzare l’indice sono state intervistate 2.140 aziende italiane, con numero tra 10 e 250 dipendenti di tutti i settori produttivi, in merito alle iniziative da loro realizzate per i dipendenti sulle 10 principali aree d’intervento in ambito welfare.

L’indagine, svolta per costruire il Welfare Index PMI, ha permesso di creare il primo rapporto annuale sullo stato del welfare nelle piccole e medie imprese italiane.

La valutazione ha tenuto conto di tre fattori: l’ampiezza e il contenuto delle iniziative attuate per ognuna delle 10 aree del Welfare Aziendale, il modo con cui l’azienda coinvolge i lavoratori e gestisce le proprie scelte di Welfare, l’originalità delle iniziative e la loro distintività nel panorama italiano.

La metodologia di ricerca e di costruzione dell’indice è stata sottoposta al controllo del Comitato Guida, costituito da Generali Italia, Confindustria, Confagricoltura e da esperti dell’industria e del mondo accademico.

 

Welfare Index PMI: i risultati del Rapporto 2016

 

La ricerca ha messo in luce come il welfare aziendale sia in piena evoluzione e sia uno dei temi rilevanti nel prossimo futuro.

Il 45% delle aziende intervistate è attivo in almeno 4 di questi ambiti e l’11% è molto attivo, perché realizza iniziative in più di 6 ambiti a favore dei propri dipendenti.

Complessivamente, le aree di welfare più utilizzate dalle imprese italiane sono raggruppabili in tre tipologie:

  1. Iniziative per la gestione del personale: formazione e sostegno alla mobilità (64,1%), assicurazioni per dipendenti e famiglie (53%), sostegno economico ai dipendenti (46,2%);
  2. Iniziative classiche di welfare complementare: previdenza integrativa (40,4%), Salute (38,8%), sicurezza e prevenzione (38%);
  3. Iniziative più innovative: pari opportunità e sostegno ai genitori (18,5%), welfare allargato al territorio (15%), integrazione sociale (14,1%) e conciliazione vita lavoro (4,9%).

Welfare Index PMI – I risultati del rapporto 2016 sul Welfare Aziendale spiegato in un breve video

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>