Archivio

Posts Tagged ‘CNIPA’

INSPIRE e i Metadati: S’incontrano un tedesco, una francese…

16 giugno 2010 Massimo Zotti 7 commenti

…e naturalmente un italiano.

Dice il Tedesco:

“Noi abbiamo addottato la linea guida INSPIRE sui metadati fedele alla lettera come pubblicata dall’Unione Europea.”

Poi sottovoce:

“Tanto, stavamo in tutti i comitati e abbiamo contribuito allo standard al punto che ci andava bene…”

Dice la Francese:

“Beh, sì, era fatto bene questo standard sui metadati, però noi avevamo già da prima due, tre cosine specifiche francesine. Avevamo già pubblicato una piccola estensione allo standard ISO prima di INSPIRE, poche righe XSD però, tres legère…”

Si gratta la testa l’Italiano:

“Moh vedi questi sfaticati, come si son fatti facile la vita.”

Poi ad alta voce:

“Noi abbiamo pubblicato un’intero decreto legge con dentro tutto lo standard italiano, decine e decine di pagine, che lavoro!”

Pausa.

“Solo che non ricordo bene: di quale standard parlavamo? Dov’era, che non lo trovo?”

Cerchiamo allora di fare mente locale. Ma devo avvertire i lettori: la storia è lunga…

Prima di infilarci in questioni “molto tecniche” è necessario spiegare per quale ragione ci siamo preoccupati di analizzare in che modo l’Italia stia implementando INSPIRE. Le motivazioni sono due: in qualità di data provider, in particolare dati telerilevati da satellite, ci interessa conoscere come strutturare i metadati che accompagnano gli stessi dati che forniamo per consentire ai nostri clienti di poter popolare in modo ottimale i loro cataloghi; inoltre in qualità di system integrator nel settore geomatico, ci interessa conoscere in che modo implementare i cataloghi di metadati per lo sviluppo di SDI conformi ad INSPIRE.

L’analisi che abbiamo fatto ci porta a questa conclusione: se oggi vogliamo essere conformi a quanto previsto dalla normativa nazionale ed internazionale ci toccherebbe produrre per uno stesso dato due metadati differenti, e analogamente sviluppare sistemi che li supportino contestualmente.

Non ci sembra un bel risultato se l’obiettivo era la standardizzazione.

Probabilmente il cammino verso l’implementazione in Italia di INSPIRE richiederà degli opportuni aggiustamenti in corso d’opera. Questa nostra analisi vuole essere un contributo che offriamo alla comunità geomatica nazionale per confrontarci su questi temi, sicuramente molto complessi, e fornire spunti che possano essere di ausilio per una rapida definizione degli standard nazionali.

Ringrazio il gruppo di lavoro SDI di Planetek Italia ed in particolare i contributi alla redazione del post di Cristoforo Abbattista e Pietro Blu Giandonato.

Prosegui la lettura…